Seminare il prato

Posted On: mag 6, 2016

Categories: Curiosità Dal Mondo

Tags: prato

SEMINARE IL PRATO

Pronti, partenza, via!

Per avere un prato verde e perfetto è necessario scegliere il periodo giusto per seminarlo. La semina del prato infatti è la fase più importante per raggiungere il giardino verde dei vostri sogni e, se non si rispetta il periodo giusto di semina, potete scordarvi il bellissimo prato verde.

Ci sono due periodi dell'anno ideali per la semina, il periodo migliore è da settembre fino alla fine di ottobre. Se si semina in questo periodo dell'anno sarete sicuri che l'erba piantata crescerà con radici forti e sane.

E' possibile anche eseguire la semina nel secondo periodo primaverile dell'anno, tra marzo e aprile. Le condizioni climatiche in questo periodo fanno si che i nostri semi germoglino più velocemente rispetto al periodo autunnale.

Le stagioni miti garantiscono condizioni climatiche ottime per lo sviluppo di un prato sano e forte.

Preparare il terreno e concimarlo

Per iniziare la nostra semina del prato dovremmo come prima cosa lavorare il terreno. Aiutandoci con un rastrello dobbiamo smuovere la terra, almeno i primi 10 - 15 cm e priviamolo delle erbacce, sassi, radici, ecc.

La terra smossa dovrà essere concimata con humus, per farlo ci basterà mescolare la terra con il nostro humus in modo uniforme. E' consigliato utilizzare per tutti i tipi di terreno la terra di prato, questa dovrà essere sempre mescolata con la parte smossa e garantisce ottimi risultati.

Se abbiamo un terreno argilloso, possiamo impiegare anche la sabbia di fiume o la sabbia quarzosa, mentre per i terreni morbidi e sabbiosi è consigliato l'humus di corteccia.

Una volta ultimata la preparazione del terreno se il tempo lo permette, dovremmo lasciare la terra riposare per due settimane.

Livellare il terreno prima della semina

Dopo aver lasciato il terreno a riposare è necessario livellare la superfice prima della semina. Per questa operazione è consigliabile l'utilizzo di un rullo da giardino. Una volta livellato il terreno bisogna verificare il contenuto del calcare, è necessario misurare il ph e, se il valore è al di sotto di 5.5, bisogna migliorare il terreno con l'aggiunta di calcare agricolo e successivamente irrigare molto bene.

Seminare in modo uniforme

Per seminare al meglio bisogna scegliere una bella giornata, possibilmente senza vento. Per facilitare l'operazione è possibile mescolare i semini con della sabbia o con un terreno da giardino privo di erbacce. Questo metodo è utile per vedere bene dove abbiamo seminato, in modo da non lasciare buchi privi di prato.

Conviene sempre seminare una volta per il lungo e una volta per il largo per ottenere una semina uniforme. Per evitare di disperdere la semenza una volta seminato dobbiamo rastrellare e spianare o pigiare leggermente il terreno aiutanoci con una pedana.

Finite tutte le operazioni di semina bisognerà annaffiare il terreno, evitando ristagni d'acqua.

Dopo circa 7-14 giorni si vedranno i primi fili d'erba, nel caso di siccità bisogna annaffiare il prato regolarmente mattina presto e sera.

Il primo taglio

Una volta che il prato arriva ad un'altezza di 6-8 cm sarà possibile effettuare il primo taglio, portandolo ad un altezza di 3-4 cm. I prati adatti al calpestio non dovrebbero mai essere più alti di 4-6 cm invece i prati rustici, da gioco e sportivi è bene tenerli ad un altezza di 3-4 cm. Se possibile è bene efettuare il taglio del prato una volta alla settimana.

Concimare regolarmente per mantenere un bel prato

Se l'erba tagliata non rimane come materiale di pacciamatura, è necessario concimare regolarmente il prato con concimi specifici da prato. Non bisogna mai concimare un prato appena tagliato.



Leave a comment