Aeroponica - Guida Introduttiva

Posted On: mag 16, 2016

Categories: Blog Coltivazione Idroponica

Tags: Aeroponica

Aeroponica, la tecnica più efficiente per coltivare indoor

Che cos'è l'Aeroponica?

Questa tecnica innovativa è considerata l'evoluzione della coltivazione idroponica e consiste nello sviluppo di piante senza l'utilizzo di substrati o di qualsiasi aggregato di sostegno. Le piante in aeroponica sono sostenute artificialmente e vengono nutrite attraverso sistemi di nebulizzazione che vanno a spruzzare la sostanza nutritiva direttamente sull’apparato radicale delle colture.

Grazie a questo metodo innovativo d’irrigazione, la soluzione nutritiva sarà più ossigenata del 50% rispetto ad un comune sistema idroponico, il tutto ad ulteriore beneficio delle piante.

L’abbondante ossigenazione contribuisce attivamente sulla crescita e lo sviluppo del vegetale, incrementandone notevolmente il raccolto e migliorandone allo stesso tempo la salute e la forza.

L’arma vincente della coltivazione aeroponica infatti è proprio questa: l’irrigazione delle radici tramite la nebulizzazione, che gli permette di assorbire molto più velocemente i nutrimenti, garantendo una crescita ed uno sviluppo più veloce rispetto alle altre coltivazioni.

Un ulteriore vantaggio di questa coltivazione particolare è lo sfruttamento degli spazi. Infatti, grazie a questo metodo innovativo, si potrà aumentare la concentrazione delle colture per metro quadro rispetto agli altri sistemi di coltivazione. Infatti con questa tecnica le piante hanno bisogno di poco spazio per crescere, poiché le radici si trovano all’esterno del substrato e vengono nutrite in maniera diretta. Proprio per questa ragione saranno sotto-sviluppate rispetto a come sarebbero nella coltivazione tradizionale, poiché sono concentrate solo sull’assorbire i nutrimenti senza bisogno di espandersi per andarli a cercare.

E’ da tenere a mente quindi che questo fattore particolare comporta un difficile utilizzo di questa tecnica con le piante che necessitano un notevole sviluppo vegetativo.

La possibilità di aumentare il numero di piante nei nostri spazi di coltivazione porta un ulteriore aumento del raccolto finale. Il vantaggio si potrà avere infatti anche nello sfruttamento migliore della superficie coltivabile, se si volesse tentare l’utilizzo dell’aeroponica verticale.

I costi dell’aeroponica sono ammortizzati nel tempo. Chi decide di investire in questo settore si troverà con un costo iniziale piuttosto elevato dato dalla necessità dell’acquisto dell’attrezzatura ma, già a partire dal secondo giro produttivo, i costi si saranno notevolmente abbassati. Questo grande vantaggio è dato anch’esso dalla nebulizzazione che, essendo un’irrigazione a micro-gocce, consente di utilizzare una quantità di sostanza nutritiva assai ridotta rispetto alle altre coltivazioni. Pertanto si avrà un grosso risparmio sia materiale che monetario per tutti i cicli a venire.

L'alloggio delle radici e della sostanza nutritiva negli impianti aeroponici risulta completamente isolato dall'ambiente esterno, in modo da impedire il filtraggio della luce all’interno e per eliminare completamente il rischio di esposizione delle piante ad agenti patogeni ed infestanti. Questa caratteristica, legata all’assenza di substrato, rende questa coltivazione fuori suolo la più sicura fra tutte le coltivazioni indoor poiché l’ambiente interno di un sistema si presenta inadatto allo sviluppo di muffe, virus o batteri.

L’unico problema legato a questa fantastica coltivazione è la necessità di vaporizzare la sostanza nutritiva direttamente sulle radici, che purtroppo può essere realizzata solo in spazi coperti. Per questo motivo non è possibile utilizzare questo metodo con coltivazioni estensive, ma si può impiegare solo indoor.

Riassumendo, i vari vantaggi dell’aeroponica sono:

  • Accelerazione nello sviluppo e nella crescita delle colture;

  • Soluzione nutritiva più ossigenata;

  • Maggiore assorbimento delle sostanze nutritive grazie alla nebulizzazione;

  • Coltivazioni più sicure e sane;

  • Maggiore raccolto;

  • Grosso risparmio di materie prime;

  • Costi ammortizzati nel tempo già a partire dal secondo ciclo.

Aeroponica fai da te

Per tutti coloro che desiderano cimentarsi in questa particolare tecnica di coltivazione, le possibilità per iniziare sono due: acquistare un sistema completo per l’aeroponica, oppure lanciarsi nel mondo del fai da te.

Chi non fosse molto pratico nei lavori manuali, sarà sicuramente più propenso alla prima opzione. Tuttavia, la possibilità di creare sistemi personalizzati di coltivazione regala grandi soddisfazioni e lascia al coltivatore di seguire in totale autonomia le proprie esigenze.

In rete si possono trovare moltissime informazioni riguardanti i sistemi di coltivazione fai da te costruiti in casa, ma non è detto che tutti funzionino nel modo giusto. Per questo motivo se si vuole correre in garage ed iniziare subito la costruzione del sistema con tubi, vasi, condotte o qualsiasi altra cosa la nostra mente ci suggerisse, è bene prima sapere come muoversi.

Qui di seguito sono riportati alcuni punti fondamentali da tenere in considerazione prima di cominciare i lavori:

  • La cosa principale è scegliere il giusto materiale per realizzare il progetto. In questo caso la plastica è sempre per la scelta migliore, ma bisogna sapere che non tutte le plastiche sono adatte alla coltivazione. Se si desidera creare il sistema con tubi o condotte in PVC (poiché costa poco e in molti pensano di impiegarla nella coltivazione) non sarà possibile: la plastica PVC è tossica ed è dannosa per le colture. Ma allora cosa è possibile utilizzare per creare un sistema aeroponico fai da te?
    La scelta migliore è sempre la plastica ABS. Infatti, i sistemi di coltivazione in commercio sono realizzati con questa particolare plastica non tossica e che non lascia filtrare la luce.

  • Se si decide di sfruttare delle condotte in ABS (scelta molto comune) conviene sfruttare quelle di forma quadrata o rettangolare piuttosto che quelle dalla forma circolare. Il motivo è molto semplice: l’acqua scorrerà molto meglio al loro interno, senza creare quel rigagnolo al centro tipico nelle condotte circolari. Inoltre, le condotte quadrate o rettangolari risulteranno molto più facili da forare per creare gli appositi alloggi delle piante.

  • La cisterna dell’acqua è il cuore del sistema, e deve essere completamente isolata dall’ambiente esterno per evitare il contagio da parte di agenti patogeni o la formazione di alghe. Bisogna scegliere con cura la cisterna più consona alla portata dell'intero sistema. Inoltre è consigliabile posizionarla in un punto riparato dalla luce, in modo da avere una ulteriore difesa contro le infiltrazioni di luce, soprattutto se decidiamo di sfruttare il nostro sistema in ambiente outdoor.

  • Il sistema deve essere smontabile (in modo facile preferibilmente) per rendere possibile una pulizia periodica. Mantenere un sistema pulito e in ordine è il primo passo per raggiungere grandi risultati, perciò non deve in nessun modo essere sottovalutato.

Detto questo, siete liberi di sfruttare la vostra fantasia per tentare di creare personali opere di coltivazione aeroponica e, qualora lo vogliate, di condividerle con noi!

Leave a comment