Come Tarare e Calibrare Il Phmetro

Posted On: ott 25, 2016

Taratura del Phmetro: La Procedura per Calibrarlo Correttamente

come tarare calibrare phmetro piaccametro

Effettuare una periodica taratura del piaccametro risulta essere un'ottima scelta per ottenere sempre valori affidabili e precisi dal tuo strumento digitale.

Specialmente quando si coltiva in idroponica o si devono effettuare misurazioni molto accurate come quelle per un acquario, dove il minimo margine di errore può rapidamente diventare un grosso problema, occorre utilizzare questo strumento per ottenere il massimo rendimento ed evitare spiacevoli inconvenienti.

Specialmente quando si coltiva indoor il range di ph determina l'assorbimento dei singoli nutrimenti(Azoto, Fosforo, Potassio), avere un valore non controllato potrà causare gravi carenze nutritive o farti ottenere un raccolto molto rado di bassa qualità.

Calibrando e utilizzando il phametro potrai invece permettere la completa assimilazione dei nutrimenti e rendere disponibile alla pianta tutto il nutrimento necessario per sviluppare profumati e dolci fiori, dal peso molto abbondante, grazie alla completa assimilazione dei fertilizzanti somministrati.

Partiamo ora con la guida vera e propria: come tarare il nostro strumento di misura.

Passaggi Da Seguire:

calibrare il ph tester misuratore ph

Prendi per prima cosa il tuo strumento, accendilo premendo o spostando il tastino verso On e rimuovi il tappo di protezione. Immergi la sonda all'interno di un bicchiere d'acqua(va bene anche quella del rubinetto) e scuoti leggermente avanti e indietro, a destra e sinistra lo strumento per sciacquare la sonda e l'elettrodo in vetro.

taratura calibrare calibrazione del phametro

Togli lo strumento dall'acqua asciuga le parti del phmetro con un panno liscio, stando attendo a non toccare la sonda in vetro per non rovinarla.

Procurati le bustine contenenti la soluzione per la taratura, bustina 4.0 e bustina 7.0, ti serviranno entrambe perciò non acquistarne solo una tipologia(clicca sulla bustina che stai cercando qui sotto per acquistarla).

bustina soluzione calibratura 7.0bustina soluzione taratura 4.0

Bustina 7.0 e Bustina 4.0 necessarie per effettuare calibrazione.

Clicchiamo per prima cosa il tasto "Cal" che farà partire la funzione di calibrazione.

tasto calibrazione ph tester

Individuiamo quale bustina dobbiamo inizialmente utilizzare, se osservi l'immagine qui sotto puoi vedere che dopo aver cliccato il tasto "Cal" unq volta compaiono 2 numeri:

  • 1) Il primo più grande indica la misura che sta eseguendo il vostro strumento;
  • 2) Il valore più piccolo invece ci indicherà quale bustina utilizzare;

phmetro digitale portatile taratura soluzione taratura strumento 

Il numerino piccolo che comparirà dove indica il mio pollice, corrisponde alla bustina che dovrai utilizzare.

Una volta che la misurazione si sarà interrotta premeremo nuovamente "Cal" per confermare la misura.

Se comparirà come prima valore il 4.0 esegui la stessa procedura utilizzando la bustina 4.

Fatto ciò ripetiamo la stessa operazione per il secondo valore che comparirà, nel mio caso il valore della scala ph 4.0.

Sciacquiamo il ph tester nello stesso bicchiere d'acqua usato in precedenza e asciughiamo lo strumento.

Immergiamo ora il ph metro dentro la soluzione 4, attendiamo si arresti la misurazione e premiamo "Cal".

Ecco fatto il tuo phmetro è calibrato, tarato e regolato, pronto per misurare perfettamente le tue soluzioni di analisi, acquario o la tua soluzione nutritiva.

Se il tuo ph-metro è dotato di vite per la calibrazione, dovrai prendere un piccolo cacciavite e girare leggermente la sua vite posta nel retro del dispositivo, girandola controlla se la misura aumenta o diminuisce, regolandola fino ad ottenere il valore 7,0 e poi 4,0.

Le migliori marche che ti consiglio per i piaccametri sono:

  • Hanna;
  • Milwaukee;
  • Giorgio Bormac;

Riassumendo la procedura per strumento a calibrazione automatica devi:

  • Preme "Cal";
  • Individuare quale bustina utilizzare;
  • Immergere lo strumento, attendere si fermi la misurazione e premere "Cal";
  • Ripetere l'operazione sia con bustina 7,0 sia con bustina 4,0.

Se il tuo strumento si calibra a vite invece ti basterà:

  • Immergerlo nella soluzione 7.0;
  • Aspettare si fermi la misurazione;
  • Prendere un cacciavite e taglio e rotare la vite in maniera da portare il valore su 7,0(quello mostrato sul display digitale);
  • Ripetere l'operazione con bustina 4.0.

Consigli sull'Utilizzo, Pulizia, Mantenimento del Piaccametro

Questa parte si occupa di dare alcuni consigli e avvertenze e sopratutto risponde ad alcune fra le domande più diffuse sull'argomento, tutte volte a mantenere pulito e in ottimo stato il tuo phmetro.

E' possibile toccare la sonda o l'elettrodo per pulirli?

Ricordati di non toccare mai con nessun oggetto la sonda in vetro e di fare attenzione a quindi la riponi all'interno della custodia, anche un piccolo graffio potrebbe compromettere la funzionalità del tuo strumento.

Ogni quanto calibrarlo e quando cambiare le bustine?

Generalmente ti consiglio di calibrare il tuo strumento ogni 2 o 3 settimane, di cambiare ogni volta bustine di soluzione a 4 e 7 per ottenere il massimo della precisione in ogni misura.

Non riutilizzare mai più di 2 volte una bustina.

Qual'è la durata massima di un elettrodo prima di diventare obsoleto?

Ti consiglio di sostituire l'elettrodo solo quando noterai che lo strumento non riesce ad effettuare una misurazione attendibile, generalmente dopo 2-4 anni dal momento nel quale hai acquistato il tuo strumento, anche a seconda del tipo di conservazione.

Utilizza la soluzione di immersione per elettrodi se non intendi utilizzare il tuo strumento per un lungo periodo di tempo.

Guarda il video su come eseguire la taratura di un ph tester a vite:

Leave a comment